Spazzolino manuale, consigli utili

L’elemento essenziale per una corretta igiene dentale è uno spazzolino idoneo, strumento per eseguire una pulizia giornaliera, specialmente dopo i pasti principali, è un’abitudine che purtroppo molti stentano ad avere.

Il suo scopo non è solo quello di rimuovere i residui di cibo che si depositano in bocca, ma anche quello di prevenire le carie, i diversi disturbi gengivali ed il deposito di placca sullo smalto, che da origine al tartaro, difficile da rimuovere.

Spesso all’origine dei problemi dentali e dell’alito cattivo, non c’è un cattivo spazzolino, piuttosto un errato uso della tecnica di spazzolamento, spesso frettolosa e poco efficace, a volte anche dannosa.

Una pulizia energica specialmente in prossimità delle gengive, può irritarle o infiammarle, oltre a non contribuire a ridurre le infezioni batteriche.

Alla base di una buona igiene dentale c’è il corretto utilizzo dello spazzolino, per rimuovere al massimo la placca, bisogna spazzolare i denti dell’arcata superiore dall’alto verso il basso, mentre quelli dell’arcata mandibolare dal basso verso l’alto.

Oltre a pulire la parte esterna, una maggior attenzione va fatta per quella intera, dove è più facile la formazione di placca, sempre con un movimento rettilineo ed uno dalla gengiva verso il dente.

Anche la lingua richiede una particolare spazzolatura per rimuove lo sporco, i batteri ed avere un alito più fresco, per questa parte si consiglia l’uso di uno spazzolino dalle setole morbide, per evitare di procurare delle lesioni.

E’ molto importante scegliere bene il tipo di spazzolino, o meglio la dimensione della testina, meglio se piccola per raggiungere più facilmente tutti i denti, anche quelli posti in profondità, alcuni modelli sono forniti di testina flessibile per meglio adattarsi alla superficie dei denti, compresi i molari.

Sono sconsigliate le setole naturali che potrebbero lesionare le gengive e trattenere i batteri, la durezza dipende dal tipo di denti e da eventuali problemi, naturalmente lo spazzolino va sostituito prima che sia del tutto inutilizzabile! Ulteriori informazioni sul sito Idropulsori.it

Potrebbero interessarti anche...